Condividi con il tuo Network!

Lo sapevi che, mediamente, ogni settimana passi 23 ore ad inviare messaggi di testo?

E che ogni giorno scambi, sempre in media, almeno 67 messaggi?

Ora, moltiplica questi dati per i 3 miliardi di utenti di app di messaggistica come WhatsApp, Facebook Messenger, Telegram, Snapchat, WeChat. Impressionante, vero?

Sebbene già così sia un numero da capogiro, questa cifra è destinata a crescere: ne avevamo già parlato a proposito dei chatbot, ricordi?

Perciò, davanti a questi numeri, hai ancora il coraggio di dire che puoi tranquillamente fare a meno del chatvertising nella tua strategia marketing?

Già, perché oggi il business si fa anche…messaggiando!

Cos’è il chatvertising?

“La messaggistica sui dispositivi mobili sta rapidamente diventando il principale modo in cui gli utenti si impegnano socialmente“

Keith Teare, technology entrepreneur

Il chatvertising – espressione coniata niente meno che dal Wall Street Journal – è una nuova forma di interazione tra brand e cliente basata sui sistemi di messaggistica online.

Se prima il luogo principale in cui interagire con i tuoi utenti era la tua pagina Facebook o il tuo account Instagram, ora – come hai visto dai numeri – la partita si sta spostando in buona parte nelle chat: messaggio dopo messaggio, è qui che puoi creare conversazioni e scambi di informazioni importantissimi per il tuo business.

Non  fraintendermi: ciò non significa che devi buttare a mare il lavoro di lead generation che hai portato avanti finora per iniziare a molestare i tuoi clienti via messaggio. È importante però che tu comprenda che le piattaforme di messaggistica si stanno trasformando in strumenti sempre più “indipendenti” dai social: pensa al debutto delle storie, tipiche di Snapchat e Instagram, su Whatsapp, a sua volta “sdoppiatosi” in una versione business di cui ti parleremo in seguito.

Vuoi scoprire le aziende che visitano il tuo sito anche se non hanno compilato form di contatto? 

Richiedi subito una demo gratuita di Lead Champion discover!

Con l’instant messaging, infatti, puoi sfruttare contenuti che riguardano la storia del tuo brand e trasformarli – parola dopo parola – in ciò che attualmente può essere più simile a un dialogo one-to-one reale, personalizzato e cucito su misura per ogni tuo utente.

Perché è importante fare chatvertising?

Se i numeri che ti ho citato in precedenza non ti bastano, te ne metto sul piatto un altro po’, freschi freschi da un recente studio condotto negli USA da Instantly e riportato su eWeek.

In soldoni, le conclusioni di questa ricerca ti dicono che:

  • il 79% delle aziende ritiene che i clienti desiderino ricevere supporto via messaggio di testo
  • il 72% dei professionisti utilizza regolarmente le app di instant messaging per comunicare con clienti e collaboratori
  • di questi, il 15% afferma che più della metà dei messaggi è destinato a scopi commerciali
chatvertising tanti smartphone

Come puoi sfruttare il chatvertising nella tua strategia di marketing?

Ecco tre suggerimenti per iniziare a capire come implementarlo nelle tue attività di web marketing.

1) S.E.T. – Studia e Testa

Il vasto bacino di sistemi di messaggistica ti permette sicuramente di trovare quello più adatto al tuo brand. Sì ma…come?

Il modo migliore, come al solito, è quello di studiare a fondo il contesto in cui ti muovi, partendo col porti due domande basilari:

  • in che modi la messaggistica mobile migliorerà l’esperienza dei miei clienti nei confronti della mia azienda?
  • in che modi l’instant messaging può aiutarmi a raggiungere uno o più dei miei obiettivi di business?

Una volta che hai identificato come la messaggistica mobile può inserirsi nella tua strategia di marketing, devi capire dove la tua audience preferisce messaggiare: WhatsApp, Facebook Messenger, Telegram…

Devi trovarti nel posto giusto, per le persone giuste, al momento giusto. Per cui, fai pratica: prova e riprova diversi linguaggi e canali, dopodiché analizza i dati, scegli cosa funziona meglio e portalo avanti.

2) “Che si dice qui?”

Oltre al come e al dove non scordarti del cosa, ovvero: di che parlerai ai tuoi clienti?

Per far sì che l’attività di messaggistica crei valore per i tuoi utenti, chiediti in che modo può avvicinarli ulteriormente al tuo brand: il tuo cliente potrebbe aver bisogno di semplici informazioni di base, come, ad esempio,  sapere dove acquistare i tuoi prodotti o conoscere tempi e costi di spedizione.

Attraverso le chat, lo puoi anche guidare nel corretto utilizzo del tuo prodotto: se la tua azienda vende prodotti surgelati, indicagli come utilizzare ciò che ha acquistato in base all’occasione – cena veloce, pranzo in famiglia – fornendogli video ricette semplici e intuitive.

Messaggio dopo messaggio, senza esagerare, trasformerai sempre di più tutto questo in una conversazione, con il cliente che si sentirà sempre più legato a te e continuerà a sceglierti tra i diversi competitor.

Usare il chatvertising per messaggi di immediata utilità per chi li riceve – che non chiedono nulla in cambio ma forniscono spunti utili – rafforzano in chi legge la percezione che il tuo brand sia più competente e credibile degli altri.

3) Tieni il ritmo

Adottare il chatvertising tra le tue strategie di marketing è un impegno significativo: perché sia efficace, deve diventare un’abitudine all’interno della tua azienda.

Il principio è lo stesso di quando ti sei dovuto adattare a Facebook, Twitter, Instagram ecc. Se vuoi farlo seriamente, allora è meglio se sviluppi ulteriori “muscoli da messaggistica” e li mantieni in forma con un allenamento regolare.

Per cosa è consigliato usare il Chatvertising?

Il Chatvertising è particolarmente utile soprattutto in settori specifici:

  • Customer communication: la possibilità di comunicare tramite brevi messaggi infonde nel cliente la fiducia data dalla relazione one-to-.one, perché, nonostante si ritrovi a comunicare attraverso un device, avverte la sensazione di essere seguito davvero, di avere un’attenzione speciale da parte del suo interlocutore. Sarà per questo che i follow-up inviati tramite chat risultano essere il 40% più performanti di una chiamata da call center?
  • Customer support: meglio un messaggio rapido ed efficace via chat o chiamare un centralino e parlare con almeno 5 operatori diversi prima di arrivare al diretto interessato?
  • Marketing & Promotion: la possibilità di inviare foto, messaggi audio, GIF e video, possono aumentare il tuo conversion rate. Puoi quindi personalizzare la chat con l’invio di messaggi periodici per promuovere prodotti e servizi, nel rispetto di quella linea sottile che divide la pubblicità dallo spam.
  • Internal Communication: Imparare ad utilizzare nuovi strumenti e applicazioni può risultare frustrante, ma chi non conosce WhatsApp? Utilizzando un canale usato e conosciuto dai più apri le prospettive per una comunicazione più efficace anche all’interno, che possa quindi rispondere meglio alle esigenze dei clienti. Ad esempio? Potresti creare gruppi per mettere in comunicazione l’intero team con i clienti, per un’assistenza del tutto targettizzata. 

Il chatvertising quindi ci permette di usare degli strumenti nuovi e originali per il business aziendale, lasciando il cliente nella comfort-zone di strumenti quotidiani.

E tu cosa ne pensi di questa strategia? Come pensi possa essere utile per la tua attività? Raccontacelo!

Alex Bar

alex bar

Ho un nome che sembra un brand e per il quale ringrazio mamma e papà, che mi hanno risparmiato ore di lavoro sul naming. Da 6 anni mi occupo di marketing, comunicazione e design thinking per aziende di consulenza e servizi. Sabaudo fino al midollo, preferisco ascoltare più che parlare.

Condividi con il tuo Network!