L’11 dicembre 2017 è stato il giorno in cui il Bitcoin ha toccato il suo massimo valore: per acquistarne uno era necessario tirar fuori dal portafogli la bellezza di 17.060 dollari, circa 14.978 euro.

Impressionante, vero? Se ben ricordi, infatti, circa un anno fa la parola che viaggiava più o meno sulla bocca di tutti era criptovaluta.

Ma essa non avrebbe mai visto la luce senza la tecnologia che le permette di esistere: la blockchain.

E no: non si tratta di qualcosa che ha senso solo per nerd e trader. La blockchain ha delle potenzialità che riguardano il business di tutti giorni.

Andiamo a scoprire quali.

Blockchain: che cos’è?

In sintesi, è un libro mastro (un registro della contabilità generale) elettronico pubblico, che può essere condiviso tra diversi utenti e che crea una registrazione immutabile delle loro transazioni.

La sua caratteristica specifica è che i dati non sono memorizzati su un solo computer, ma su più macchine collegate tra loro via internet, attraverso un’applicazione dedicata che permette di interfacciarsi con la “catena” di blocchi di dati che memorizzano transazioni.

Ogni blocco è contrassegnato da una marca temporale e collegato al precedente, e consente a un insieme aperto o controllato di utenti di accedere a questo libro mastro elettronico.

Per essere consolidato all’interno di un blocco, ogni dato – e successivamente ogni blocco prima di essere inserito nella “catena” – viene sottoposto a un processo di validazione: una blockchain può essere infatti aggiornata solo con il consenso della maggior parte dei partecipanti e, una volta inserite, le informazioni non possono essere cancellate.

In questo modo si crea un registro definito e verificabile di “eventi digitali”.

cosa è la blockchain

Perché la blockchain è importante per il business?

La natura decentrata e distribuita delle blockchain comporta una serie di vantaggi:

  • Digitalizzazione – Valuta, contratti, documenti: tutto diventa digitale e le transazioni possono riguardare qualsiasi asset, diritto o contenitore di valore e informazione
  • Sicurezza – Il registro non è unico ma è condiviso da migliaia di computer, quindi se c’è un problema su uno dei nodi in rete il sistema continua a funzionare. Inoltre, grazie al processo di crittografia che la caratterizza, non è possibile variare o apportare delle modifiche ai blocchi già inseriti nella catena
  • Attendibilità – Tutte le transazioni sono registrate pubblicamente e organizzate cronologicamente, il che impedisce l’insorgere di contestazioni in merito all’esecuzione, per esempio, delle diverse fasi di un contratto
  • Affidabilità – Le sue caratteristiche tecniche impediscono qualsiasi perdita di dati o danneggiamento: se anche uno dei nodi nei quali è salvata la catena viene danneggiato, gli altri continuano a funzionare tenendo stabile la catena
  • Velocità – Non richiede un’entità centrale che ne verifichi la congruità e validità, ed essendo una soluzione completamente digitale elimina tempi di esecuzione, controlli, carta, back-office e rischi operativi

Blockchain: applicazioni per le aziende

Efficienza, innovazione, cybersecurity: sono le tre priorità sulle quali si focalizza oggi buona parte dell’attenzione delle imprese e in tutte queste l’adozione della blockchain può fare la differenza.

Ecco allora 8 settori di applicazione della blockchain nelle aziende:

1. Pagamenti

carte di credito

Pensare che una criptovaluta possa sostituire una qualsiasi valuta, al momento è un’affermazione troppo radicale. Ciò non toglie che il “Bitcoin accepted here” è un’alternativa già presente e che gli utenti che trasferiscono denaro in tutto il mondo in pochi minuti sono già una realtà.

Sotto un’ottica prettamente aziendale, la blockchain rende possibile aggirare i vetusti sistemi di collegamento e creare un flusso di pagamento più diretto tra chi versa le somme e i beneficiari (dentro e oltre i confini della propria nazione), senza intermediari che rallentano il processo, a tariffe ultra-economiche e a velocità quasi istantanea. Ideale, ad esempio, per l’area dedicata alle rimesse transfrontaliere.

2. Programmi fedeltà

carte fedeltà

Le blockchain possono rappresentare un aiuto concreto per i retailer che offrono tessere regalo (gift card) e programmi di fidelizzazione, per rendere questi sistemi meno costosi e più sicuri.

Con il minor numero di intermediari necessari ad elaborare l’emissione delle carte e le operazioni di vendita, il processo di acquisto e utilizzo delle carte regalo risulta più efficiente e conveniente. Allo stesso modo, aumenta la capacità di prevenire le frodi per il fatto che il sistema basato su blockchain permette di garantire la veridicità del titolare della carta in modo automatico e univoco, impedendo ai malintenzionati di utilizzare in maniera fraudolenta gli account indebitamente sottratti.

Inoltre, data la diffusione di programmi fedeltà in ogni settore, i consumatori si ritrovano in una complessa rete di punti e opzioni di rimborso. Anche qui che entra in gioco la tecnologia blockchain, che permetterebbe di creare una piattaforma universale per programmi fedeltà e premi, dando ai consumatori l’accesso a tutti i loro programmi fedeltà da un unico luogo e fornendo la possibilità di spendere punti attraverso diversi sistemi.

3. Contratti “smart”

logo ethereum

La tecnologia blockchain potrebbe rivoluzione l’ambito legale, consentendo di creare contratti vincolanti al di fuori del sistema giuridico tradizionale. I contratti “smart” permettono infatti la memorizzazione di accordi contrattuali vincolanti su blockchain, un’idea lanciata nel 2013 dalla startup Ethereum.

Grazie agli smart contract è possibile usare la blockchain per stipulare veri e propri contratti, dove se una delle parti non dovesse adempiere, matematicamente l’accordo salterebbe.

Un esempio di contratto è proprio la compravendita. Oggi, sia il venditore che il compratore, soprattutto nel mondo digitale, si affidano l’un l’altro esercitando, in caso di inadempienze, i propri diritti legali. Gli smart contract contribuirebbero invece a ridurre malcontenti, truffe e tutti i rischi connessi.

4. Cloud storage

cloud immagine di D3Damon

Grazie alla sua natura decentralizzata, la blockchain viene promossa come un possibile metodo per sostenere i sistemi di storage in cloud.

Invece di essere salvati su un singolo server centralizzato aziendale, l’archivio dati è distribuito su più server sparsi nel mondo e i dati sono al sicuro anche in caso di guasti o attacchi su uno di essi.

In questo modo, l’azienda non dipende dalla sicurezza di un server centrale ma da più reti decentralizzate, nessuna delle quali contiene il file completo ma solo parti di esso. Per recuperare il file archiviato, il sistema lo riassemblerà sulla base di particolari informazioni di cui solo l’azienda ha accesso.

5. Cybersecurity

simbolo sicurezza uomini

Anche se un registro di blockchain è pubblico, le comunicazioni di dati attuate al suo interno sono verificate e inviate utilizzando tecniche avanzate di cifratura (crittografia).

Questo assicura che i dati giungano corretti dalle fonti ai destinatari e che niente venga intercettato nel frattempo. Se la tecnologia  blockchain venisse adottata su più ampia scala, la probabilità di hackeraggio o i tentativi di manomissione e intrusione dei database aziendali potrebbe ridursi, in virtù del fatto che i registri distribuiti sono, al momento, ritenuti più robusti rispetto a molti sistemi legacy.

6. Gestione delle risorse umane

hr recruiter lego

Controllare la veridicità delle precedenti esperienze lavorative e verificare i curriculum di una persona che si propone di ricoprire una certa carica sono attività che occupano gran parte del tempo dei responsabili HR e dei professionisti delle risorse umane.

Ma se i curriculum precedenti sono stati conservati in un registro distribuito, impossibile da falsificare, i professionisti dell’organizzazione vedranno semplificarsi all’improvviso l’iter del processo di selezione e screening/valutazione dei candidati.

Un’altra applicazione blockchain per le aziende è nell’avere CV certificati: i dati sui propri titoli di studio e sulle esperienze lavorative precedenti registrate sulla blockchain sono visualizzabili dal nuovo datore di lavoro che ne avrà l’accesso. Esistono già oggi progetti di enti certificatori blockchain che stanno organizzandosi con le istituzioni per procedere con la creazione di una blockchain per l’autenticità dei titoli di studio.

L’idea è rivolta anche al mondo delle recensioni, dove sia ex datori di lavoro che ex lavoratori parteciperebbero per lasciare commenti e valutazioni sulle rispettive esperienze.

7. Supply chain

uomo immagine di Provenance

Le catene di approvvigionamento e fornitura sono fondamentalmente una serie di nodi transazionali che permettono di trasferire e spostare i prodotti dalla fabbrica al punto vendita. Grazie alla blockchain, le transazioni che intercorrono tra i diversi operatori di una filiera (dalla produzione alla vendita) potranno essere documentate in un registro decentralizzato riducendo così i costi di trascrizione, i ritardi e i possibili errori umani.

Ad esempio, la startup inglese Provenance ha sviluppato una piattaforma che utilizza blockchain per tracciare le origini delle materie prime attraverso le supply chain globali. L’azienda ha recentemente completato un progetto pilota che utilizza le blockchain per tracciare la provenienza dei tonni pescati in Indonesia, permettendo di garantire sia la sostenibilità ambientale dell’attività sia il lavoro senza sfruttamento.

8. Royalty e licenze

foto artistica autore Flickr/Benedetta Anghileri

La tecnologia blockchain potrebbe essere utilizzata per la trasmissione istantanea e trasparente di royalty a musicisti, scrittori, artisti, produttori, partner tecnologici e anche etichette ogni volta che una canzone/film/opera viene riprodotta o un software viene utilizzato.

9. Marketing

marketing e blockchain

I marketer e gli inserzionisti hanno bisogno di tecnologia per portare a termine il proprio lavoro. Con la crescita del mercato criptato, il tasso di innovazione nel blockchain martech e nello spazio adtech continuerà a crescere, facendo evolvere le attuali soluzioni di marketing che forniranno nuovi modi per dare valore e migliorare il ROI attraverso modelli basati su crittografia.

E tu, come potresti utilizzare la blockchain nella tua attività?